“La spinacina”, la vera cucina palermitana. Per Jajo

Per chi volesse comprendere al meglio questo post, bisogna leggere quello precedente e soprattutto il commento di Jajo di cui riporto qui solo una parte: “P.s.: ora aspetto davvero il post sulla spinacina !!!”

Vista la richiesta non potevo far a meno di scrivere questo post su un piatto che è tra i miei preferiti e che potrei definire il mio “cavallo di battaglia”.

Oggi presenterò un tipico piatto della cucina palermitana, semplice ma elaborato e soprattutto gustosissimo, la cui origine è araba, ma che nel corso dei secoli, ha visto le influenze del tipico stile barocco siciliano, e questo è evidente nel suo aspetto estetico che mette in risalto il colore dorato tipico delle decorazioni delle chiese palermitane.

Il nome di questo piatto a base di carne è Spinacina, gli arabi le chiamavano “al sphinach”, ovvero trito di verdura energetica.

Un emiro della Kalsa, uno dei più antichi quartieri arabi di Palermo, era solito farsi preparare dai suoi cuochi delle frittelle costituite da un misto di verdure amare che avevano anche delle funzioni mediche ed energetiche.
Successivamente i famosissimi cuochi francesi chiamati Monsù, elaborarono questo piatto aggiungendo tocchetti sfilacciati di selvaggina, allietando così le tavole dei nobili del tempo.

Le donne del popolo, sostituirono le quaglie con del pollo, perchè basta un pò di fantasia per poter rendere gradito al palato anche il più povero degli ingredienti. Successivamente la spinacina fu conservata sotto sale o essiccata al sole, ma la più grande invenzione che i palermitani amano attribuirsi, fu quella di porle su delle lastre di ghiaccio e così conservarle per i periodi di carestia.
Il contributo che dagli spagnoli fu dato a questo succulento piatto, fu la delicatissima dorata panatura, che ancora oggi tutti i palermitani doc apprezzano.

Questo piatto tipico della cucina povera palermitana è molto semplice da preparare, è ottimo nei giorni di debolezza, ma soprattutto in quelli di lagnusia (pigrizia), poichè è molto semplice da realizzare e molto gustoso.

Ingredienti: spinacine surgelate, olio evo.

Ricetta: aprire il freezer ed estrarre una spinacina. A questo punto ci sono due diverse scuole di pensiero riguardanti la preparazione del piatto. Un modo molto apprezzato è quello di mettere dell’abbondante olio evo in una padella antiaderente, appena la temperatura è giusta (si può testare schizzando dell’acqua) immergere la spinacina per alcuni minuti, girarla e porla nel piatto di portata. Un altro metodo, il mio preferito, è quello di stendere su una teglia della carta forno e adagiarvi sopra la spinacina. Inserire la teglia nel forno caldo, aspettare qualche minuto e… Buon appetito!

Per chi volesse, è possibile aggiungere un tipico contorno palermitano a base di purè di fiocchi di patate, consiglio quello di marca “Noi Voi” che si può trovare nei tipici discount storici di Palermo.

Consiglio anche di intingere le spinacine in una tipica salsina agrodolce palermitana doc, il Ketchup, che ovviamente ha origini arabe.

Purtroppo non disponendo di macchina fotografica, al momento ho rimediato con una foto tratta da internet. Ma visto che il mio freezer è pieno di spinacine, prossimamente vedrò di fotografarle.

Vabbè, non sono ancora impazzita del tutto, questo post è una dedica a Jajo e a tutti i miei cari amici blogger!

P.s. per tutti i miei carissimi lettori: scusatemi per questo post in cui racconto “la finta storia della spinacina”. Le cose che racconto, riguardanti le sue origini etc, sono solo frutto della mia fantasia. Volevo, dopo il post precedente, in cui mi lamentavo di non avere ispirazioni per nuovi post, perchè per ora cucino solo cibi surgelati e precotti, prendermi un pò in giro per questo, e soprattutto prendere in giro lo stile con cui di solito scrivo i miei post culinari, dove spesso cito le origini arabe dei piatti, elogio la cucina povera, esalto le doti di inventori dei palermitani.
Spero che questo mio gioco vi abbia un pò divertiti e… non dite in giro che vi ho “spacciato” le spinacine come un piatto tipico palermitano!!!
Annunci

27 thoughts on ““La spinacina”, la vera cucina palermitana. Per Jajo

  1. Ahahahahahahaha FAN-TA-STI-CAAAA !!!!!Soprattutto "la storia" della spinacina ^_^Lo vedi quanto poco ci vuole a fare un post quando si è a corto di ispirazione ? hahahahahahaUno dei migliori che abbia mai letto: complimenti !! 😀

  2. Sai che mi era sfuggita "l'etichetta" del post !?! Non vorrei che dessi la colpa a me per aver risvegliato la "cretinite acuta" hahahahahahaEntrambi i metodi mi sembrano ottimali ma, con il secondo, c'è il vantaggio di non lasciare nella padella neanche una briciolina di pangrattato hahahahahaP.s.: ed io che pensavo agli arancini, alla cassata, alla pasta 'ncasciata, alle braciolette…. LE SPINACINE CON IL PURE' IN FIOCCHI sono il vero piatto palermitano hahahahahaha

  3. Evviva le spinacine!!!Jajo, mi è sembrato di capire che tu non creda nella storia delle spinacine, per la quale mi sono impegnata duramente in una ricerca su fonti attendibilissime! Ma come dopo averti dedicato il post tu dubiti della mia serietà!!!!Va bene ora smetto di scherzare! Vedi che hai fatto? Hai creato un mostro!!!Mi sa che questa cretinite acuta (di cui non ti do colpa, perchè ha sempre fatto parte di me), sta fuoriuscendo incontrollata!Comunque ho pensato che potrei fare una vera rubrica di veri cibi autenticamente palermitani, tipo bastoncini findus, patate surgelate al forno, cordon bleu, sofficini, pasta con "le vongole del barattolino", etcUn abbraccioEvelin

  4. Ma scherzi??? Ho trovato traccia di questa storia in un codice miniato rinvenuto nell'abside della cattedrale di Monreale !!hahahahahahahaE io che credevo di conoscere qualche piatto della cucina siciliana: nènti sàcciu !!!

  5. @Germana: scusamiii!!!Per te e tutti i miei carissimi lettori: scusatemi per questo post in cui racconto "la finta storia della spinacina". Le cose che racconto, riguardanti le sue origini etc, sono solo frutto della mia fantasia. Volevo, dopo il post precedente, in cui mi lamentavo di non avere ispirazioni per nuovi post, perchè per ora cucino solo cibi surgelati e precotti, prendermi un pò in giro per questo, e soprattutto prendere in giro lo stile con cui di solito scrivo i miei post culinari, dove spesso cito le origini arabe dei piatti, elogio la cucina povera, esalto le doti di inventori dei palermitani. Spero che questo mio gioco non vi faccia arrabbiare e che vi abbia un pò divertiti e… non dite in giro che vi ho "spacciato" le spinacine come un piatto tipico palermitano!!!Però le spinacine, qualunque siano le loro origini mi piacciono davvero!Evelin

  6. Hahahahaha, hai visto come il popolo di internet pende dalle tue labbra ? Comunque le spinacine sono mitiche: non si sa bene cosa ci sia dentro ma sono buoneeeee hahahahaha

  7. Hahahahaha, hai visto come il popolo di internet pende dalle tue labbra ? Comunque le spinacine sono mitiche: non si sa bene cosa ci sia dentro ma sono buoneeeee hahahahaha

  8. ahahaahahaha,molto divertente questo post e tutti i commenti tra te e jajo,a proposito…che cosa consiste la pasta ncasciata??me la puoi descrivere…o anche questo e' uno scherzo….ciao

  9. Ciao a tutti, Raffaella io già immagino la tua risata!!!Jajo, mi hai fatto una graditissima pubblicità sul tuo blog!!! Sei troppo forte!!!Sogno93, io ormai si è capito, le cucino spesso, come voi, nei momenti di crisi culinaria!Scarlett, grazieeee!!! La pasta 'ncasciata è la pasta al forno, come credo la chiamino a Catania o Messina, ma soprattutto apprezzata dal Commissario Montalbano. Qui a Palermo però la chiamiamo "Pasta col forno"

  10. E dire che ci aveva affascinato tanto la storia della spinacina, delle sue origini arabe, pareva vera, verissima! Ma alla fine abbiamo riso ancora di più! Inoltre abbiamo finalmente capito che tecnica usare per sapere se l'olio è abbastanza bollente, cioè schizzarvi dell'acqua! Non fa una piega! :-DUn abbraccio da Sabrina&luca

  11. Evelin…sei mitica!ma che ne dici di scrivere una storia della 'vera cucina palermitana, dalle spinacine alle vongoline in barattolo'? con il tuo stile sono sicura che avrebbe un successone ah ah ah ah troppo forte, dai fai ancora qualche post del genere, mi piacciono troppo!dida

  12. Arrivo qui via Jajo…questo post è divertentissimo così ironico, corro a dare una sbirciatina al resto del tuo blog, sono sicura che troverò tante cose piacevolissime da leggere e ammirare. A prestofra

  13. ahahahaahahah sono arrivata a te grazie a Jajo.. mi hai divertita tantissimo.. e ci credi che per un pò ho creduto davvero all'origine araba della spinacina!? ahahahahaa hai una bellisima fantasia ed un modo di scrivere che "acchiappa" il lettore.. i miei complimenti!!!!bacioni e buon lunedì! :-))

  14. @Luca e Sabrina: anche i miei genitori veri palermitani, mi stavano credendo! La tecnica dell'acqua schizzata è…perfetta, ma non vi svelo la vera tecnica dei panellari palermitani…@Scarlett: grazie e un saluto alla bellissima Catania@Dida: Grazie, comincio a lavorarci e quando faccio il post lo dedico a te!@Fra: benvenuta! Grazie per tutto!@Claudia: benvenuta e grazie per tutti i complimenti!@Jajo: Ti meriti un supersconto!!!

  15. Ci avevo creduto, la storia delle spinacine sembra vera !!!!!!! Però 10 e lode per il racconto davvero divertente. Ti dirò , mi hai ispirato e……..!!!!!!! Bhe, pensi che te lo dirò ????? Presto saprai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...