Palermo: San Valentino, traffico vietato, “Molto rumore per nulla”.

Oggi a Palermo c’è il traffico vietato, pena multa salata. Motivo, lo smog.

Lungi da me l’idea di schierarmi dalla parte delle automobili, del traffico e dello smog, tutte cose che non mi piacciono molto.
Le auto, almeno così come sono pensate, inquinano molto, l’aria diventa irrespirabile, i polmoni diventano color grigio topo, come i nostri bei monumenti prima di essere restaurati. Le auto sono tante, guizzano impazzite da una parte all’altra rischiando di investire qualcuno, si bloccano nelle strade costipate creando un tappeto multicolore dentro il quale è difficile districarsi, sono rumorose, quando tutte insieme suonano i clacson non hanno di certo l’effetto di una banda popolare, non c’è più posto dove parcheggiarle, ogni angolino di marciapiede ne contiene una, creando al pedone un effetto slalom non proprio rilassante.

Certo le auto hanno dato lavoro qui in Sicilia, migliaia di famiglie a Termini Imerese hanno trovato il loro sostentamento, ma il mercato è il mercato, e quindi le auto così come sono, brutte e inquinanti continueranno ad essere prodotte, però in paesi dove gli operai possono essere maggiormente sfruttati, le città saranno ancora piene di auto e gli operai di Termini rimarranno a piedi. Forse gli incentivi potevano servire a produrre auto non inquinanti, ma io non sono un’esperta in materia e quindi passo all’argomento successivo.
Fatte tutte queste considerazioni, ripenso ad oggi: traffico vietato a Palermo. Solo oggi, 14 Febbraio, San Valentino, in pieno Carnevale.

Cosa sarà Palermo oggi senza auto?

In altri luoghi si potrebbero immaginare gruppi di persone e di famigliole che allegre si avvicineranno alla prima fermata dell’autobus (magari elettrico) e in pochi minuti andranno al centro a far passeggiare i bambini vestiti per il Carnevale, coppie che mano per la mano prenderanno il primo tram e raggiungeranno il loro ristorantino preferito per festeggiare il loro amore, oppure le metropolitane più affollate del solito per portare in giro la gente a fare compere.
Ma a Palermo gli autobus elettrici sono fermi in garage, quelli inquinanti sono pochi, sporchi, superaffollati, e se si è fortunati ne passa uno ogni mezz’ora, ma se ti trovi in periferia puoi aspettare almeno un’ora e poi cambiarne almeno tre per percorrere nemmeno 15 chilometri. Ma si sa, l’attesa fa bene alla salute, riduce lo stress, se c’è freddo è ancora meglio, si rinfrescano le idee, e se piove poi è una vera pacchia cantare tutti in coro “Singin’ in the Rain”….

Ma c’è sempre il tram, o la metro! Dimenticavo, da noi non ci sono, il tram non esiste più da decenni, la finta metropolitana ha pochissime fermate. Si può prendere il taxi? Basterà pagare 10, 15 euro per percorrere nemmeno 5 chilometri, un vero affare! Si potrà usare la bicicletta, coppiette in tandem a passeggiar…certo non ci sono piste ciclabili, le strade sono tutte rattoppate, ma meglio di niente. Si potrà comunque camminare a piedi, sempre che non si abiti in periferia, allora bisognerà allenarsi bene prima, per fare almeno un’ora di passeggiata (oggi sotto la pioggia), sperando che ci siano marciapiedi liberi e che i tombini non siano ancora esplosi facendo come al solito riempire di acqua le strade e spruzzando come funghi.

Oggi la gente rimarrà a casa. Questa è la verità. Niente passeggiate, qui siamo pure lagnusi (pigri), niente sfilate di Carnevale, e nessuna coppia andrà in bicicletta al ristorante. Tutti a casa ad aspettare l’ora x per riprendere l’auto…

Immagino la gioia di quei ristoratori che dopo un anno di crisi, attendevano questa giornata, la festa commerciale per antonomasia, per guadagnare qualcosa, per tirare avanti ancora un po’, immagino la gioia dei negozianti che speravano di vendere un cuore di cioccolatini all’ultimo momento, un mazzo di rose, o un palloncino per i bambini vestiti da gormiti e da winks. Quanto saranno felici nel vedere vuota la città!

Che ideona, che lungimiranza, non si poteva pensare a un giorno migliore, e da domani poi sarà tutto uguale, smog e traffico compresi.
Devo dire in più che le informazioni riguardanti il traffico bloccato sono state pochissime e confuse, si spera forse in qualche trasgressore involontario, così le multe riempiranno le casse del Comune.

E’ proprio vero, “tutto cambia, perchè tutto rimanga uguale”. “Molto rumore per nulla”.

—-

AGGIORNAMENTI ore 18:00 circa.

Fa comunque uno strano effetto vedere Palermo così, mai strade tanto vuote, solo pochi trasgressori…

Visto che ho scritto un post non proprio ottimista, ecco la foto di un nostro grande amore, il mare!

Annunci

Tony Canto "Vera". Un regalo bellissimo

Ho ricevuto una lettera, con un regalo bellissimo, un cd di un nostro conterraneo che non conoscevo ma che mi è piaciuto tantissimo. Volevo condividerlo.

Grazie carissimi amici milanesi terroni come noi!