La pasta con la zucchina fritta e “discorsi di cucuzze”

Chissà perché i palermitani (e non solo) ce l’hanno tanto con le zucchine, non c’è un detto che non ne parli in maniera non certo elogiativa. continua

Polpettone ai funghi e finto purè (cucina discount)

Ecco  un altro piatto  della mia cucina discount: il polpettone ai funghi con finto purè.


Tutti sanno che il polpettone è un piatto forte di gran parte delle cucine regionali di origine povera, anche di quella siciliana che tutto trasforma in polpette, dagli ortaggi, al pesce, alla carne.

Così anch’io che voglio praticare una cucina discount non posso far altro che ricalcare le orme dei miei predecessori che ci insegnarono come, aggiungendo ingredienti poveri o di riciclo ad altri più ricchi, si poteva non solo far aumentare il volume di un piatto, ma anche esaltarne i sapori. continua

Racconti di furti e di malintesi

A Palermo, i fenomeni di microcriminalità, come furti e scippi,ovviamente esistono, ma non quanto comunemente si potrebbe  pensare, insomma i criminali palermitani si occupano di ben altro… continua

I peperoni con la “muddica” e dissertazioni su quest’ultima.

A Palermo uno degli ingredienti di più largo consumo è “a muddica”. Con questo termine tradotto in mollica, non si intende la mollica del pane, ma nient’altro che il pane raffermo, indurito e grattugiato.

Vivere a Palermo e non disporre della grattugia elettrica è un vero problema, perché non c’è quasi ricetta che non preveda una bella impanatura o un ripieno con la “muddica”. […] continua

La caponata di melanzane con formula magica…

La caponata  è un piatto tipico siciliano, tra i più conosciuti, ma anche tra quelli più ricchi di misteriose varianti.

Ogni città o paese ha una sua particolare interpretazione, la cosa certa è la presenza delle melanzane fritte e della salsa in agrodolce, poi tutto il resto va scoperto di volta in volta. […] continua

Sformatino di petto di pollo e patate alla pizzaiola (cucina discount)

La ricetta discount di oggi non l’ho nè inventata, nè realizzata io. L’autrice del piatto è la persona che più di tutte ha contribuito alla mia “cultura discount”, dove con questo non intendo necessariamente il fare acquisti nei supermercati discount, o semplicemente risparmiare.

Con cultura discount voglio dire in primo luogo il non fermarsi all’apparenza ma andare alla sostanza delle cose ed  anche il non omologarsi, ma essere sempre creativi ed originali. […] continua

Gibellina vecchia e la cura omeopatica…

Devo subito dire che chi vorrà andare a visitare Gibellina vecchia, dovrà sapere che andrà a vedere un luogo non allegro, anzi direi che lascia sgomenti; un luogo dove il silenzio sembra assordante, una sorta di monumento funebre on plen air, quindi se si avesse bisogno di una “cura omeopatica” contro la tristezza, non c’è di meglio…

Ero stata a Gibellina vecchia tanti anni fa da adolescente, l’impressione fu simile, la stessa  che provai anche pochi anni fa, quando andai a vedere i ruderi di Poggioreale. Vedere la Valle del Belice è sempre strano, tutte quelle macerie che sembrano addormentate da secoli in uno stato di totale abbandono, di desolazione. […] continua

A pasta chi fasola ‘ncirati

I Palermitani, l’estate, con 40 gradi all’ombra, chissà perché, amano mangiare le zuppe, le minestre e tutti quei cibi “brodosi” che fanno innalzare la temperatura corporea fino all’inverosimile.

Un esempio è la nostra tipica “pasta chi tinniruma”, una verdura molto particolare che altro non è che la foglia della “cocuzza” (zucchina) con la quale si prepara una minestra super bollente.

Un’altra alternativa tipicamente estiva, è “a pasta chi fasuola ‘ncirati”. Si, infatti cosa è più opportuno mangiare con il caldo atroce, il sudore che cola dalla fronte e l’umidità pazzesca? Una bella zuppa di fagioli freschi.

continua