Simil-tagliatelle ai funghi (cucina discount)

Con questo post inauguro la mia nuova “rubrica”: la mia cucina discount, anche detta (da me) “la cucina povera palermitana del nuovo millennio”, ovvero le mie “creazioni culinarie economiche nel tempo, nella fatica e per la tasca”.

Pensare che quando ho inaugurato il mio primo  blog, io scrivevo le ricette e soprattutto le storie delle ricette, ma spesso a cucinarle era mia madre, perchè non avevo la fotocamera a casa mia ed in più, perchè non mi lanciavo frequentemente nella preparazione dei piatti della tradizione palermitana.

Poi presa dall’amore per il blog mi sono procurata la fotocamera ed ho cominciato a cucinare qualcosa di tipico.

Devo comunque ammettere che giornalmente la mia cucina è improvvisata, non segue le regole tassative della cucina tipica palermitana, ed è frutto di quello che il momento e l’ispirazione mi spingono a preparare. […]

Sinceramente non ho mai creduto che tali mie creazioni potessero meritare delle foto e ancor di più l’interesse di altri esseri umani, però in questo nuovo blog ho pensato che “potesse starci” una piccola sezioncina per i più coraggiosi che volessero sapere che cosa cucino io, più che altro per espormi maggiormente, ed anche perchè uno dei miei “pallini” è che, nei momenti di maggiore crisi, sia economica che interiore, il cibo è una fondamentale arma per reagire, ed anche quando non si può spendere tanto, quando per necessità si deve risparmiare, bisogna comunque tentare di inventare qualcosa di gustoso con poco, per non abbattersi, ma anzi ritrovare il sorriso a tavola, e questo lo può ottenere anche una persona “lagnusa” (pigra), non esperta di cucina, che non ama stare troppo tempo ai fornelli e soprattutto che non vuole stancarsi più di tanto!

Ecco, è così che nasce la mia cucina discount, ricette supereconomiche e rapide da preparare, per seguire a “modo mio” l’insegnamento dei miei avi palermitani che con ingredienti poveri inventarono piatti superdeliziosi e che curano l’umore.

La mia “neocucina palermitana aliena doc”, è così, a volte gustosa, a volte banale, a volte schifosa, a volte originale, a volte leggera, a volte pesante, semplice ed economica, ma mai triste. E’ sempre accompagnata da un aneddoto o una piccola storia perchè, se per caso il piatto, malgrado ogni tentativo, non dovesse riuscire bene, bisogna tentare di farlo dimenticare prima possibile con un racconto allegro!

Cercherò di calcolarne i costi e il tempo di preparazione (ma sarà sempre tutto approssimativo perchè con i calcoli non sono mai stata troppo brava!).

Ho cominciato a sperimentarla da sempre, cominciando da adolescente a prepararmi delle frittate piene di qualunque cosa e l’ho “approfondita” negli anni, soprattutto grazie alla improvvisa “disoccupazione” sopravvenuta, che mi ha insegnato come pur avendo pochi ingredienti a disposizione (ringraziando sempre, perchè purtroppo a questo mondo c’è chi non ha nulla e lotta per i beni primari) si possano preparare dei piatti che non saranno raffinati, nè particolari, nè indimenticabili, ma almeno mettono allegria e cercano di non far passare il piacere della tavola, perchè se la vera povertà è cosa atroce ed ingiusta, la vera ricchezza è anche una questione di pensiero!

SIMILTAGLIATELLE CON FUNGHI

Avevo poco tempo per preparare un piatto di pasta e in dispensa l’unica cosa che mi ispirava erano dei funghi in scatola, che solitamente uso per condire la pizza. E di improvviso cosa mi prende? Il raptus della pasta fatta in casa. Fortuna che ‘sto raptus mi colpisce meno di una volta l’anno, ma quando arriva non è mai il momento giusto!

Avevo però due uova da eliminare, ma purtroppo mi mancava una cosa fondamentale, che non ho mai acquistato, il matterello…

Comunque ho fatto la pasta all’uovo ed ho capito che non è poi così impegnativa, l’unica cosa è che per spianarla ho usato il rotolo di carta d’alluminio, ed alla fine non è risultata così sottile come speravo, e nemmeno tanto regolare, insomma non sembravano proprio delle tagliatelle, ma con un po’ di impegno chissà!

Per il condimento ho pensato di usare i funghi (in scatola), ma immaginavo di creare una bella cremina, una besciamella, ma senza latte, più leggera e vegetale.

E visto che per oggi mi sono già dilungata troppo ecco la ricetta, è semplice e rapida, e chi volesse renderla ancora più veloce… potrà usare le tagliatelle… già pronte!

INGREDIENTI:

Per la pasta: 300gr di farina, 2 uova, acqua q.b., un pizzico di sale. La ricetta originale prevede un uovo per ogni 100gr di farina, ma io ho rinunciato al terzo uovo e l’ho sostituito con dell’acqua!

Per il condimento: 1 scatola di funghi, mezza cipolla, olio evo, prezzemolo, noce moscata, sale e pepe.

Per la besciamella vegetale ai funghi: 500ml acqua, 1 carota, sedano, mezza cipolla, cinque cucchiai di farina, noce moscata, un dado vegetale, sale, due cucchiai di condimento ai funghi (vedi sopra).

PREPARAZIONE:

Pasta: impastare gli ingredienti raggiungendo la consistenza giusta, far riposare in frigo per almeno 15 minuti. Spianarla cospargendo il piano di lavoro con farina, quando è sottile arrotolarla e tagliare per formare le tagliatelle, sarebbe meglio usare il matterello (e non il rotolo di alluminio come ho fatto io) o la macchinetta adatta.

Condimento: Tritare la mezza cipolla e farla dorare con un filo di olio evo, aggiungere i funghi sgocciolati precedentemente, sale, prezzemolo tritato e noce moscata.

Besciamella vegetale: con 250ml di acqua ho fatto un brodo con carota, cipolla, sedano e un dado vegetale. Dopo circa 15 minuti è pronto. Togliere le verdure (non buttarle, si possono riciclare successivamente), aggiungere due cucchiaiate del condimento ai funghi e frullare con il minipimer. Visto che il brodo era ancora caldo e rischiavo di creare grumi aggiungendo la farina, ho sciolto cinque cucchiai di farina in 250 ml di acqua fredda mescolando fuori dal fuoco.

Aggiungere lentamente (per non creare grumi) il brodo di funghi, all’acqua e farina (precedentemente uniti), mescolando continuamente. Aggiungere la noce moscata e aggiustare di sale. Far addensare sul  fuoco.

Composizione: far cuocere la pasta (circa 5 minuti), scolarla e versarla in padella con il condimento di funghi e della besciamella vegetale. Si potrebbe aggiungere una noce di burro, ma è già buona così, ed anche più leggera. Colorare il piatto con del prezzemolo tritato.

Per preparare il tutto ho impiegato circa 40 minuti, ed ho speso meno di due euro, non male eh!

Buon appetito discount!

Annunci

5 thoughts on “Simil-tagliatelle ai funghi (cucina discount)

  1. Ma sei genialeeee senza mattarello brava dai!!!! Ottima la besciamella vegetale ne faccio anche io di tanto in tanto.. Insomma.. sta pastami piace.. e congratulazioni per la nuova rubrica.. so già chemi piacerà!!smackkk

  2. mi piacciono sti pranzetti economici dove mangi davvero bene anzi meglio di certi ristoranti che ti propinano delle schifezze a pressi esagerati…continua così Evelin ..mi sono iscritta come mi hai scritto nel precedente post..baci e buon fine settimana

  3. Ciao Evelin , ben ritrovata!
    Scusa se arrivo solo adesso, ma il dopo-vacanze mi ha coinvolto, e direi pure troppo…
    E’ bello il tuo nuovo vestitino, e ci credo che ti abbia dato del lavoro.
    Per registrarmi fra i tuoi lettori, dove devo andare? La piattaforma wordpress è altra cosa che non blogger e i suoi gadget…
    Buona serata, a presto!

  4. ciao cara!!! mi piace molto questa tua proposta invece, credo che la cucina di casa, quella personale nasconda i segreti più preziosi e questa ricetta ne è la prova….sei anche da stimolo per combattere la pigrizia e buttarsi con la pasta fatta in casa un po’ più spesso…sughetto ottimo! un abbraccio

  5. @Claudia: grazie!!! Il matterello in “alluminio” funziona in effetti.. quasi bene!
    @Scarlett: infatti, in certi posti con porzioncine minuscole di cibi non ben identificati… meglio un bel piattone di pasta! P.s ma ti funziona l’iscrizione al blog, cioè ti sono arrivati gli aggiornamenti, non ho ancora capito se sta cosa funziona veramente.
    @Sirio: grazie per essere passato, e si, questo vestitino mi ha fatto faticare parecchio! L’unico modo che fin ora ho scoperto per iscriversi è di mettere la propria e-mail sul lato destro del blog dove c’è scritto clicca per iscriverti a questo blog etc…. poi ti arriverà una e-mail e devi solo confermare!
    @Lo: grazie, è bello averti qui, si, la pasta in casa è un vero antidoto alla pigrizia!

    Baci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...