Porticello, Sant’Elia e dintorni.

E’ da così tanto tempo che non aggiorno il blog, che se ci penso per altri cinque minuti, smetto di scrivere anche sta volta…

Mesi in cui sono accadute diverse cose.

Siamo passati da Mr B a Mr M guadagnando in dignità, ma rimanendo comunque con le tasche vuote, c’è stato il tormentone “Nave da Crociera abbattuta” ed adesso “l’emergenza inverno” (che poi l’inverno c’è da sempre, l’unica cosa che si dice non esista più sono “le mezze stagioni”, ma a quelle tutti siamo preparati, a quanto pare inutilmente!).

In Sicilia c’è stato un movimento di rivolta che mi ha fatto sentire sempre più “Gattopardesca”; c’è la crisi e la disoccupazione, ci sono gli sfigati (io lo sono all’ennesima potenza perchè ho mollato l’Università a sette esami dalla fine) ed i monotoni col posto fisso.

Ci sono le rivolte, le persone che ci lasciano, le illusioni e le disillusioni, ma la vita va avanti, ed è giusto che sia così, perchè malgrado ogni singola sofferenza, tutto scorre e tutto ha un senso anche quando questo ci sfugge.

Filosofeggiamenti a parte, ho un po’ di “siculo materiale”, sia culinario che non, che aspetta di essere trasformato in post, soprattutto mi dispiace non aver scritto nulla sui bellissimi presepi di Cinisi, adesso mi sembrerebbe di farlo con troppo ritardo, ma chissà vedremo più avanti. Poi c’è sempre qualche piatto tipico (e non solo) ma il problema è che ho più fretta di mangiare che di fotografare!

La scelta di oggi è caduta su un post dedicato al mare, sarà che tutta questa neve (che a Palermo ovviamente non c’è, se non in qualche montagna) mi fa venir voglia d’estate, di vacanza, di mare.

Le foto le ho comunque scattate pochi giorni fa, in una bella giornata fresca ma soleggiata in cui ho rivisto dei luoghi a cui sono da sempre legata: Porticello, Santa Flavia, Sant’Elia.

Non ho tanto da scrivere su questi posti perchè più che parlarne è bello vederli, immergersi nella loro amenità.

Sono dei piccoli borghi marinari a circa quindici km da Palermo, la natura che li circonda è aspra e intensa, come solo in Sicilia può accadere, il mare entra tra le rocce, quasi dentro le case che furono ed in parte sono dei pescatori.

C’è il porticciolo di Porticello con il suo odore forte di mare, di pesce rancido e di barche dai colori vivaci (in prevalenza azzurro e bianco) e dai nomi di donna,

c’è un piccolo golfo con una casa bellissima nel suo essere quasi incurante del suo abbandono alle intemperie, alla salsedine, al mare: un posto magico che scoprii anni fa grazie ad un’amica che da allora non ho più incontrato.


Porticello così vicino a Santa Flavia, un paese che amo perchè vi abitano delle persone a cui sono molto legata, dove abbiamo passato nottate infinite a parlare del mondo e di ognuno di noi, per ritrovarci poi a ripartire verso Palermo con la luce fioca dell’alba che illuminava quei panorami favolosi.

Poi c’è Sant’Elia, sovrastata da Solunto e tutta la sua storia, contornata dal fascinoso promontorio di Capo Zafferano,

con il mare che l’ attraversa,

una piccola salita sovrastata da una croce dalla quale si vede un panorama mozzafiato,

davvero suggestivo, e quella casetta bianca circondata dal mare, di cui sono sempre stata innamorata,

anche perchè la prima volta che l’ho vista, era impressa in una piccola foto in bianco e nero, che la ritraeva insieme alla mia famiglia e soprattutto alla mia fatata nonna materna e  quello credo sia stato l’unico episodio in cui eravamo fuori a passeggiare con lei, io ero neonata. Pochi anni dopo è tornata nel mondo delle fiabe che sempre mi raccontava, o almeno così mi piace pensare.

Questa meravigliosa costa del palermitano è tanto bella quanto poco accessibile a causa dell’abusivismo selvaggio, ma i suoi panorami, le sue atmosfere, sono tutte ugualmente da scoprire,

ed allora a chi ha la fortuna di approdarvi, buona passeggiata!

Advertisements

8 thoughts on “Porticello, Sant’Elia e dintorni.

  1. Eh si.. quest’ultimo periodo è stato caratterizzato soltanto da brutte notizie… :-(… vedere queste foto mi rilassa.. fa pensare all’estate anche a me.. ed anche sperare che tutto cambierà.. un pò in meglio… t’abbraccio…

  2. Ciaooo, spettacolari questi posti (e la casetta bianca è da urloooo!!!)
    Però ora voglio… i presepiii !!!! 😀

    P.s.: tutto passa: purtroppo l’unica cosa stabile sembrano essere… gli imbecilli e le loro dichiarazioni :-(((((

  3. Era da tempo che attendevo il tuo ritorno, e che bel post ci hai regalato! La nonna che torna nel mondo delle fiabe, l’odore del mare, il panorama selvaggio: mi è entrato tutto nel cuore. La Sicilia per me rimane un affascinante mistero; forse mi ci vorrà un’altra vita per decifrarlo. Ciao!

  4. Cari amici grazie per i vostri commenti che mi spingono a continuare. In questi giorni mi sono nuovamente fermata perchè è nata la mia nipotina, ma prossimamente tornerò con nuove storie e magari un bel presepe, anche se è già passato pure il Carnevale. Un abbraccio, Evelin

  5. ciao!!! in realtà ho scoperto prima quello che credo sia il tuo vecchio blog (questo http://bedandbreakfastagave.blogspot.com/) quindi, ti scrivo anche qui ^_^
    ho letto un tuo post su Terrasini, mio padre è di lì ed in estate a turno scendiamo a goderci la casa ed il Paese.
    Volevo chiederti delle cose su Terrasini che ovviamente tu conosci meglio di me. Hai una mail o un profilo facebook dove posso contattarti privatamente?
    grazie mille
    e complimenti per il blog
    ila

  6. Ciao amici grazie a tutte/i!

    @Ila: scusa se ti rispondo solo ora ma non sono passata dal blog per diverso tempo. Spero di poterti aiutare anche se purtroppo, pur abitando da più di un anno a Terrasini, non so tante cose perchè di fatto passo, per vari motivi, molto più tempo a Palermo, ma se posso è un piacere. Puoi scrivermi a questa e-mail agave@bedandbreakfastpalermo.com e se ho ben copiato il mio profilo facebook dovrebbe essere questo https://www.facebook.com/profile.php?id=700245137

    Ho visto che eri passata anche dall’altro blog, era quello di quando avevo il b&b a Palermo che adesso non c’è più , spero che il nuovo blog ti piaccia. Un abbraccio. Evelin

  7. Ciao! Vivo da molti anni in emilia, ma quando ritorno a Palermo faccio sempre una puntatina a Sant’elia, un angolo che amo, il mio sogno sarebbe stato di passare la pensione proprio LI’, ma i nostri politici… ti posto le foto di un presepe di un luogo che RIconoscerai subito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...