La Faccia di Vecchia tipica di Torretta

I palermitani amano molto gli sfincioni, pizze, muffolette, pane ca meusa, pezzi di rosticceria etc, ma oltre alle focacce più note in città, ce n’è una davvero speciale che è tipica di Torretta, un piccolo centro poco distante da Palermo: la Faccia di Vecchia.

 faccia di vecchia

La faccia di vecchia è uno strano incrocio tra la pizza e lo sfincione, la pasta è molto morbida ed il gusto intenso perché rafforzato dalla presenza delle cipolle e di abbondante cacio cavallo. La forma è ovale ma irregolare e l’aspetto rugoso, perché la pasta riscaldata dal forno a legna crea delle bolle, bruciature ed la salsa forma delle increspature, sarà per questo che viene chiamata faccia di vecchia? Non lo so, ma sembra plausibile, sicuramente sono facce naturali e  senza interventi di botulino e chirurgia estetica, sarà per questo che sono ancora più gustose, attrattive e caratteristiche.

 La faccia di vecchia l’ho mangiata tanti anni fa in una pizzeria di Torretta dove bisognava apparecchiarsi la tavola da soli, con tovaglie di carta a quadrettini , posate, bicchieri di plastica etc, non so se ancora oggi funziona così, ma il risultato se pur spartano era proprio divertente e poi la pizza faccia di vecchia  era gustosissima, un altro posto  dove ho mangiato questa splendida focaccia è dal mitico Zio Caliddu, nella strada per Pian dell’Occhio da cui poi si raggiunge Torretta.

faccia di vecchia

La trattoria dello Zio Caliddu tantissimi anni fa era frequentata soprattutto da lavoratori e dai camionisti che andavano verso Bello Lampo, preparava la cucina tipica palermitana quella che però si fa nelle case e non nei ristoranti, oltre che delle favolose muffolette con la ricotta di pecora gustosa che si produce da quelle parti e soprattutto delle spettacolari facce di vecchia davvero inimitabili. Lo stile di questa trattoria è sempre stato molto “grezzo” però nel tempo è diventato un locale molto apprezzato perché si potevano trovare cibi genuini e dagli antichi sapori, sicuramente in uno stile molto casereccio e tutt’altro che chic, ma mai deludente se si va con la giusta consapevolezza. Non vado in questa trattoria da diversi anni, ma non ho dimenticato quelle focacce con ricotta e le facce di vecchia, così ieri ho deciso di prepararle da me, non è stato facile trovare la ricetta anche perché in parte è segreta, però nel blog “Lapignata” ne ho trovata una che si avvicinava molto, l’ho dovuta modificare (perché in casa avevo degli ingredienti in meno rispetto alla ricetta originale, visto che l’ho improvvisata, ma è risultata davvero ottima, mi riprometto di acquistare la caciotta di pecora che usa lo zio Caliddu che sicuramente darà un tocco ancora più unico e di aumentare la dose di cipolle).

 Ed allora ecco a voi la ricetta di una focaccia davvero unica che sa di cipolla, formaggio gustoso, molto rustica e stuzzicante, la consiglio a tutti, a Torretta o di farla in casa, certamente la mancanza del forno a legna si sente, ma per me il risultato è stato buono, da perfezionare ma sicuramente piacevole e malgrado la presenza di tante cipolle è stata digerita perfettamente, ma  questo sarà forse merito del mio stomaco palermitano doc!

faccia di vecchia 017a

Ricetta: la faccia di vecchia

 Ingredienti: per l’impasto 400gr farina 0, una bustina di lievito per pizza in polvere, due cucchiai di olio evo,  due cucchiaini di zucchero, uno e mezzo di sale,  acqua (ad occhio).

Per la salsa: un bicchiere di passata di pomodoro, io ho usato due cipolle (ma la ricetta ne prevedeva 4o 5),  caciocavallo grattugiato (almeno 4- 5 cucchiai), pangrattato (3-4 cucchiai circa), sale e pepe, dei tocchetti di caciotta di pecora (io ho usato del pecorino più stagionato), olio evo, sale e pepe, origano e facoltative delle acciughine sott’olio.

Procedimento: Per l’impasto, ho unito gli ingredienti creando un impasto liscio, morbido ed elastico, ho fatto lievitare per un’ora (c’è molto caldo ed è aumentata subito di volume), ho impastato nuovamente e con delicatezza, ho creato quattro palline di pasta che ho messo in un vassoio, coperto con un panno e fatto lievitare per un’altra ora.

Nel mentre, per la salsa, ho fatto bollire le cipolle (sbucciate e tagliate a pezzi) in acqua salata, quando erano morbide (dopo almeno mezz’ora)  le ho frullate ed unite alla salsa di pomodoro e fatto cuocere per qualche minuto (ma si poteva anche non far cuocere). Ho aggiustato di sale e pepe e fatto raffreddare.  Quando era fredda ho aggiunto il formaggio grattugiato e il pangrattato, ad occhio, fino a formare una bella crema arancione.

faccia di vecchia

Quando la pasta era pronta ho creato le quattro facce di vecchia di forma ovale.  Ho inserito nelle facce di vecchia i pezzetti di formaggio (si potevano anche mettere le acciughine), poi ho spalmato con la crema di pomodoro, ho  aggiunto della cipolla tagliata a fili per decorare, un’altra leggera spolverata di pangrattato, un filo di olio, ho fatto riposare per altri quindici minuti ed ho infornato a 190 gradi per 15 minuti circa (alla fine ho acceso anche un po’ la parte superiore del forno per creare la crosticina. Quando era pronta ho spolverato con origano,  buonissime.

faccia di vecchia

Buon appetito!

Annunci

6 thoughts on “La Faccia di Vecchia tipica di Torretta

  1. Pingback: RICETTA PALERMINATA, LA FACCIA DI VECCHIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...