Il Borgo Parrini vicino a Partinico

La prima volta che ho sentito parlare del Borgo Parrini è stato quando il nostro amico Pino, una sera, ci ha chiesto se volevamo andare con lui e gli altri amici dai Parrini, dove dovevano allestire una mostra fotografica. Io che faccio spesso delle gaffe, ho risposto ironicamente: “ proprio noi? Ti sembriamo tipi di andare dai parrini?”. Vedendo di fronte a me uno sguardo interrogativo, ho  continuato: “ noi che siamo anticlericali dobbiamo andare dai preti?”. A quel punto l’arcano si è presto svelato, l’appuntamento non era in una Chiesa o un  Monastero come avevo erroneamente creduto, bensì un in un vecchio borgo nei pressi di Partinico che si chiama Borgo Parrini.

Borgo Parrini

Da quando ho visto per la prima volta questo borgo, me ne sono innamorata, perché è un posto di quelli che piacciono a me, poetico e decadente, ameno e misterioso, rasserenante e caratteristico.

Borgo Parrini

Pur abitando a pochissima distanza da Partinico, non avevo mai sentito parlare di questo posto che in effetti è rinomato soprattutto per alcune pizzerie che negli ultimi anni sono sorte, mentre la domenica mattina è  apprezzato il pane genuino che viene venduto in un forno del borgo.

Borgo Parrini

Il borgo è molto bello da vedere sia di sera, perchè acquisisce un aspetto simile ad un presepe vivente,

Borgo Parrini

 

che di giorno, quando è possibile apprezzare con più facilità i vicoli ed i colori di questo luogo che se fosse più curato potrebbe essere una vera attrattiva turistica.

Borgo Parrini

E’ un piccolo borgo in parte abbandonato, i pochissimi abitanti, credo si tratti  di una ventina di persone, hanno risistemato le loro case rendendole molto gradevoli e sono sorte anche queste pizzerie inserite in un ambiente suggestivo, ma molte case risultano ancora pericolanti.

Borgo Parrini

Il Borgo Parrini è ubicato in una contrada già denominata “Parrini” nelle mappe del catasto borbonico, origina agli inizi del ‘600, quando i Padri Gesuiti del Noviziato di Palermo (i parrini, appunto) acquistarono delle terre in alcuni feudi delle zone a nord est del territorio di Partinico. Agli inizi del ‘700, per esercitare più da vicino il controllo sull’ attività agricola dei coloni e dei contadini (basata essenzialmente sulla coltivazione delle terre a vigneti ed agrumi),  i gesuiti vi fecero costruire una Chiesetta dedicata a Maria SS. Del Rosario attorno alla quale si sviluppò un vero e proprio villaggio,  vennero edificati magazzini, abitazioni per i coloni, torri, piccoli bagli, mulini e canneti,

Borgo Parrini

che però già a metà del 1800, dopo che si interruppe la direzione e l’amministrazione di quelle terre da parte dei Gesuiti, caddero in uno stato di abbandono. Nel 1959 la vecchia cappella dei parrini era ormai inagibile e venne costruita l’attuale nuova Chiesa che conserva ancora un dipinto ad olio raffigurante la Madonna risalente al ‘600, probabilmente proveniente dalla vecchia Chiesetta.

Vecchia Chiesa

Vecchia Chiesa

Invito tutti coloro che amano i vecchi bagli ed i piccoli borghi a visitare questo piccolo angolo di Sicilia, perché rimarranno stupiti dalla sua bellezza e soprattutto dalle potenzialità che conserva, per gustare una buona pizza

pizza dei Parrini

o il pane caldo e profumato, con la speranza che questo posto possa rinascere ancora una volta, riscoprire il suo lato artistico,

Borgo Parrini

ricominciare una nuova vita per attrarre coloro che amano la pace e la tranquillità, il contatto con la natura e con il passato, o una semplice passeggiata accompagnati, come noi, da due piccoli cagnolini che con gioia ci hanno fatto da guida turistica.

IMG_0580     IMG_0575

 

per vedere tutte le foto clicca qui

Borgo Parrini

Annunci

2 thoughts on “Il Borgo Parrini vicino a Partinico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...