TASCIOGATTI

Nella campagna di Terrasini, l’Agave world, non ci sono  gli Aristogatti, ma i “Tasciogatti”, una banda di gatti così ribattezzati perchè di aristocratico hanno poco o nulla e sono pienamente in stile siculo doc.

In principio arrivò il gatto rosso Niki, il “toco di Terrasini”, nato lla Molara, borgata di Palermo, e ben presto ambientatosi a Terrasini.

Poco dopo il gatto Niki si fidanzò con “a-Nica”,  una gattina bianca solo in origine, tutta sporca di terra o di polvere, docile e “scantulina”,  con gli occhi celesti ed un certo affascinante strabismo di Venere, che alla sola vista di un essere umano, fugge inciampando su se stessa.

Poi arrivarono:  “U-gattaruni”,  una gatta  grossa, tigrata, scura, pelosa,  che miagola come fosse un conato di vomito; “il-gattaccio”, un gatto bianco e grigio che fa sempre terrorizzare il gattino Niki; “U-russu-pilusu” (il rosso con pelo lungo), che si fa vivo di tanto in tanto, guardandosi intorno con circospezione, ed infine arrivarono i Nikini, tre gattini figli adottivi del “toco di Terrasini” e figli naturali della Nica (e di chissà chi).

I Tasciogatti ne combinano di tutti i colori, organizzano, all’insaputa dei loro amici umani, dei felino- party a base di croccantini, patè e divani dove ballare, e fanno tanti scherzetti!

Ecco qui di seguito la saga dei Tasciogatti, dalle origini ai nuovi aggiornamenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...